Famiglia

Cucina che confusione … ops … passione!

Io amo cucinare. È un assunto, io adoro cucinare, adoro preparare di tutto in particolar modo le torte di compleanno per i bambini, arrivo al punto di rimanerci proprio male se per qualche motivo non riesco a prepararla per certe ricorrenze. In quel caso succede che per una settimana intera io produca cibo che neanche Nonna Papera (non a caso era il mio soprannome datomi dalle amiche universitarie di Trieste), lo faccio per scusarmi.

Quindi io mi dispiaccio e loro mangiano!

Nell’eventualità che io prepari una torta, dimentico ogni volta di avere tre figli, dimentico ogni volta che tutti vorrebbero mettere le mani in pasta e allora inizia la commedia, o forse la tragicommedia … Curiosità e domande a raffica, una volta mi è perfino stato chiesto che tipo di farina usassi e se fosse adatto per la lievitazione … maledetti programmi di cucina! E poi, poi ci sono le dita infilate ovunque, perfino nella frusta elettrica mentre stai montando a neve gli albumi delle uova prese dal contadino, che la pastorizzazione manco sanno cosa sia, ma ‘Mamma sembrava panna montata!’. Alla fine ne vengono fuori nozioni di scienze e di matematica, creatività e musica a palla, perché io amo la musica e amo cantare canzoni di mia invenzione, canzoni folli e stonatissime che piacciono da morire ai bambini, e quando lo faccio loro ridono da matti, e il suono delle loro risate è capace di sollevare le montagne, figurarsi l’umore!

Una volta terminata la cottura la torta deve essere in primis sformata e qui partono i problemi con le parti mancanti, successivamente deve essere decorata e allora viene fuori il meglio del peggio: è proprio lì che mi accorgo che il disegno fantastico nella mia testa si scontra terribilmente con la mancanza di tempo, manualità e strumenti … ma alla fine ne esce qualcosa per cui le meravigliose parole d’amore dei miei pargoli ripagano la fatica e la non perfetta riuscita.   

E allora magari vi lascio una ricetta di una torta semplice quanto deliziosa, una delle pochissime torte che potevo mangiare da piccola, una ricetta che custodisco con affetto perché mi riporta alla mia infanzia.

Eccola:

https://lamiatribu.com/torta-di-mandorle-e-carote/

Potrebbe piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *