Istruzione Parentale

Imparare con consapevolezza e passione

Quando il mio secondo figlio aveva poco più di due anni sono entrata in contatto con dei membri di una scuola nel bosco, ricordo con piacere quel pomeriggio in cui i nostri bambini hanno socializzato con bimbi appartenenti a questa realtà: hanno fatto giochi di un tempo associando nozioni di storia e di matematica, si sono arrampicati sugli alberi, hanno piantato dei semini di basilico e di prezzemolo dentro ad un bicchiere che si sono portati a casa per poterne seguire i progressi. Poi all’ora della merenda si sono messi in fila ciascuno rispettando il proprio turno senza che nessuno degli adulti presenti dicesse loro cosa fare. Ho visto una realtà composta da genitori consapevoli e informati che seguivano in prima persona l’educazione dei propri figli, mettendo a disposizione le proprie competenze in favore della collettività.

Da questo momento ho iniziato ad interessarmi di Istruzione Parentale, una scelta molto conosciuta e praticata all’estero, un po’ meno in Italia, anche se negli ultimissimi anni è stata intrapresa da molte persone. Sono partita dalla lettura di normative, documenti, libri e a cercare gruppi di persone con cui confrontarmi, persone che lo praticavano da anni con figli talvolta già grandi per avere una visione più ampliata dell’argomento.

Per me è stata un’opzione facile, ho conosciuto questo mondo e me ne sono innamorata; per il resto della famiglia rappresenta tuttora una follia, un carico esagerato di lavoro, un impegno a 360°, insomma tutte cose che già avevo preso in considerazione … ma che evidentemente andavano ricordate!   

Perciò da tre anni a questa parte pratico Istruzione Parentale con i miei bambini, al momento seguo i più grandi, anche se la piccola gira sempre intorno a noi e quindi finisce per collaborare a laboratori e lavoretti, colora mentre i grandi sono impegnati nella lettura o scrittura e soprattutto balla mentre i fratelloni ascoltano canzoni in inglese o francese per implementare la conoscenza delle lingue straniere.    

Potrebbe piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *