Istruzione Parentale

L’ultimo mese prima dell’idoneità: che stanchezza!

Eccoci di nuovo, giro di boa finale … L’ultimo mese prima dell’idoneità: che stanchezza! Siamo tutti lessi …

Sarà che sto vivendo un periodo energeticamente sballato, ma lo sento più pesante del solito questo mese antecedente l’esame finale, che poi pensandoci bene: lo patisco più io di loro …

I bambini son incredibili in questo senso, riescono a mantenere un aplomb incredibile, in situazioni come queste. Io invece esattamente come all’università inizio ad essere agitata un mese prima dell’esame.

Al momento siamo immersi nei ripassoni generali, qualche prova d’ingresso alla classe successiva e niente più …

Per quanti pensassero che l’istruzione parentale è roba da ricchi, si sbagliano. Noi forse solo il primo anno abbiamo speso un po’ più tra eserciziari e libri ed altro …

Poi negli anni abbiamo imparato che quaderni e circa tre eserciziari a bambino sono più che sufficienti per affrontare il percorso.

Non avendo una lezione frontale come potrebbe avvenire a scuola, noi scriviamo tanto; materie come per esempio la matematica, meglio apprenderla con l’esperienza … i concetti si imprimono bene se sperimentati con le mani.

I bambini a quest’età faticano ad imparare una nozione astratta senza che possano effettivamente ‘toccarlo con mano’ … ma poi in fondo questo è un concetto che vale per tutto anche per gli adulti.

Anche noi impariamo a fare bene una cosa dopo averla sperimentata, a partire da una torta sino ad arrivare alle cose più complesse.

Generalmente mi studio l’indice degli adozionali delle scuole e da lì costruisco assieme ai bambini, il nostro percorso.

Il momento di imprimere i concetti attraverso i lapbook, che altro non sono che le nostre vecchie mappe concettuali, ma esteticamente molto più carini … inoltre richiedono una progettazione degna di un ingegnere … 😅

Per le madri rompipalle come la sottoscritta … ancora peggio!😝

Non posso nascondere che la stanchezza adesso sia abbastanza alta, ma in fondo è cosa comune … Siamo più o meno giunti alla fine …

Purtroppo il meteo dell’ultima settimana in effetti ci ha messo in difficoltà con le uscite all’aperto, così ci inventiamo attività continue.

L’ultima fatta è stato un corso di origami con una insegnante giapponese, la piccola non pareva molto convinta, il mezzano ha dimostrato una concentrazione incredibile mentre il grande ha preso da me il perfezionismo, ahimè … 😥😅

Potrebbe piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *