Cucina

Polpettine vegane al broccolo romanesco

Questa velocissima ricetta è venuta fuori mentre fissavo il frigorifero in cerca di qualcosa di sfizioso per la cena, così sono nate: le polpettine vegane di broccolo romanesco.

Re indiscusso delle polpettine il broccolo romanesco che per la sua meravigliosa estetica, sembra essere formato da decine e decine di camini delle fate.

In realtà gli ingredienti in questione sono davvero pochissimi, ho scelto un paio di salsine di accompagnamento per dare un po’ di colore.

Una decisamente mediterranea, l’altra un po’ più esotica. Queste polpettine le vedrei benissimo sia come aperitivo che come contorno o d’accompagnamento ad un piatto unico.

Per esempio con l’altra parte del broccolo ho fatto una semplice pasta integrale, le polpettine potevano essere un simpatico e squisito modo di decorare il piatto!

Ingredienti:

300 gr broccolo romanesco biologico

30 gr di pomodorini datterini secchi biologici

Scalogno piccolo biologico

50gr di pan grattato tipo 1 biologico

olio evo biologico

pepe bianco biologico

Dopo aver sbollentato il broccolo, lasciandolo leggermente croccantino, l’ho inserito nel tritatutto. Da parte ho sminuzzato lo scalogno e il pomodoro secco.

Ho inserito i tre ingredienti nel tritatutto e ho frullato aggiungendo un po’ di olio e all’occorrenza un filo di acqua, regolandomi sempre in base alla consistenza del composto.

Una volta ottenuto il composto omogeneo ho spostato in una terrina a cui ho aggiunto pan grattato e pepe bianco; fino a quando la consistenza non è quella giusta per poter formare le palline, regolarsi con pan grattato.

Ho formato delle polpettine poco più grandi di una noce e le ho adagiate in una terrina per scaldarle nel forno; procedimento da fare con cautela perché risultano delicate.

Posizionato la terrina nel forno preriscaldato a 180° per una decina di minuti; servito con le salsine di accompagnamento; ma sono deliziose anche da sole!

La salsa mediterranea è fatta con la passata di pomodoro biologico fatta da me l’estate scorsa con l’aggiunta di un po’ di peperoncino.

La salsa esotica è una rivisitazione della salsa al curry, che io adoro! Ho messo latte di soia, olio di semi, pochissima curcuma per dare un po’ di colore, e un cucchiaino abbondante di curry.

L’impiattamento è stato un disastro in effetti, ma quella sera ero in ritardo! Sarebbero state perfette sui cucchiaini da finger food … una tira l’altra!

Potrebbe piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *