Life

Tutte le volte che: vengo interrotta!

Oggi mentre correvo, ripensavo a tutte le volte che vengo interrotta dai miei figli mentre sto parlando con un altro adulto … quel momento in cui sei all’inizio di un pensiero profondo e senti sempre più insistente:

‘Mamma?! Mamma?! Mammaaa?! Mammaaaaa?! Ho fatto la cacca!!’

‘Mamma sai cosa è successo in Leo e Tig??’

‘Mamma quest’acqua è fredda, il pane è croccante, fuori c’è il sole!’ … insomma non c’è una sola volta che un adulto possa finire un discorso senza essere interrotto …

Le amiche senza figli ti chiedono di vedersi consapevoli di quanto sia complicata la vita di una madre che deve organizzarsi per poter uscire ‘childless’, allora si propongono di venire a casa tua per prendere un caffè e fare 4 chiacchiere.

Loro dolcissime anime inconsapevoli di ciò a cui andranno incontro: impossibilità di comporre una qualsiasi frase dotata di soggetto, predicato e complemento oggetto, impossibilità di bere il tanto agognato caffè. Rapite senza richiesta di riscatto, un passaggio continuo tra Lego, giochi di società e domande domande domande, che nemmeno nella loro intera vita!

Anni fa una carissima amica era venuta a trovarmi prima di partire per un viaggio in Thailandia, che poi è diventata casa sua per 4 anni, all’epoca avevo il maggiore di nemmeno due anni e il fratellino di 2 mesi.

Bene di quella visita ricordo solamente la mia amica rapita da mio figlio che l’ha obbligata a colorare un intero libro di disegni, credo abbia colorato una ventina di panda in tre ore di vista! E io che se avessi saputo che non l’avrei più vista per ben 6 anni, sarei scappata a gambe levate da casa mia! Sarei andata a godermi un ultimo bicchiere di prosecco, facendo discorsi impegnativi e sognanti sulla meraviglia di vivere un’esperienza dall’altra parte del mondo.

In fondo meglio così: avrei pianto come una fontana all’idea di non poterla più vedere, allora vanno benissimo i panda che ci hanno fatto ridere e le interruzioni che hanno stemperato la commozione del momento, anche il soggiorno con giochi sparsi ovunque … perché in fondo i bambini sono saggi, inconsapevolmente saggi.

Potrebbe piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *